Verso un’ Ecoteologia interreligiosa

Felix Wilfred mostra come l’ Ecoteologia interreligiosa sia un necessario riesame critico della tradizione cristiana specialmente per quanto riguarda la salvezza: oggi tutte le tradizioni religiose sono cruciali per la salvezza della Terra, senza la quale non ci sarà neppure la salvezza degli umani.

Per leggere l’articolo clicca qui: Verso un ecoteologia


La Dichiarazione Universale del Bene Comune della Madre Terra e dell’Umanità

Durante il periodo di sessioni 2008-2009 dell’Assemblea Generale dell’Onu è stata approvata, dopo numerose consultazioni tra scienziati, politici, politologi e intellettuali, la Dichiarazione Universale del Bene Comune della Madre Terra e dell’Umanità.

La Dichiarazione comporta un significativo passo avanti rispetto alla Dichiarazione del 1948: rappresenta un cambiamento di paradigma, che risponde alla nuova coscienza planetaria ed ecologica dell’umanità. È il passaggio dalla centralità dell’essere umano nella vita del pianeta come signore e padrone assoluto, unico attore nella storia e nella natura, alla definizione della Terra e dell’Umanità come soggetti interdipendenti, che non intrattengono relazioni di rivalità ma di interattività dinamica e simmetrica; il passaggio dal modello antiecologico di crescita della Modernità a un modello sostenibile di sviluppo eco-umano. Non sono più solo la dignità e i diritti dell’essere umano che occorre proteggere, ma il Bene Comune della Madre Terra e dell’Umanità.

Scarica il documento: Dichiarazione bene comune Terra

Religioni e Pace: la necessaria visione teologica per rendere possibile un’Alleanza di Civiltà

Il tema dell’articolo preparato dall’EATWOT è assai concreto: ci interroga a proposito della visione pluralista teologica di base di cui le religioni hanno bisogno per convivere in pace ed unirsi nel compito urgente di aiutare il Pianeta Terra e di umanizzare l’umanità.
Per il Forum Mondiale di Teologia e Liberazione di Dakar l’ 8 Febbraio 2011.

Per leggere l’articolo clicca qui: Religioni_e_Pace

State of the world

Diffuso lo “State of the World” del prestigioso istituto Usa. Conferma le previsioni più pessimistiche sulla situazione ambientale del pianeta. Cresce la concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera. Rischia di raffreddarsi la Corrente del Golfo. e misure per evitare il peggio di ANTONIO CIANCIULLO

Per leggere o scaricare l’articolo completo clicca qui: state-of-the-world-2009